Quel 20% che può cambiare la vita ad un Meccatronico 4.0

Chiamatela, se volete, una questione di priorità. O, meglio, di individuazione delle priorità. Nel business è fondamentale tenere conto di questo e di altri fattori quando si traccia la rotta per far crescere la propria azienda.

Il principio di Pareto

Lo spunto che voglio fornirvi è legato a “Principio 80/20”, il volume scritto da Richard Koch che si lega al celebre Principio di Pareto. È un libro all’interno del quale ho trovato validi motivi di riflessione anche – e soprattutto – per MECCATRONICO 4.0.

In sintesi, secondo quanto enuncia Koch possiamo dire che l’80% dei risultati derivi dal 20% delle cause. Quale insegnamento possiamo trarre? Un imprenditore può ottenere il massimo con uno sforzo minimo, con un investimento di tempo e risorse inferiore a quanto ci si aspetterebbe. È un principio che, da sempre, ha avuto dei riflessi ben precisi nella vita quotidiana, ma sul quale molti (per non dire quasi tutti) non si sono concentrati nella dovuta maniera.

Può sembrare un approccio strano: ma come, verrebbe da pensare, è meglio “fare” poco per ottenere tanto? Pare un controsenso, però è così e Koch suffraga questa teoria con molti esempi che dimostrano come la sua tesi, e l’applicazione del Principio di Pareto, siano attuali e possano diventare la stella polare del nostro modo di condurre un’azienda.

Non lasciarti controllare

Ecco, insomma, che il principio 80/20 può diventare la chiave di volta per il controllo della nostra vita e per il successo che ne può derivare. Questione di priorità, si diceva, ed è proprio qui che sta il punto. Se un meccanico di nuova generazione, un “Meccatronico 4.0” come mi piace definirlo, riesce a cogliere i segnali che ruotano attorno al suo mondo, può trovare la strada per disegnarsi un futuro ricco di successi.

In soldoni, è necessario individuare quel 20% di fattori che possono garantirci l’80% del risultato e concentrarsi su di essi, mettendo in secondo piano tutte quelle azioni che non portano a risultati tangibili. Così facendo, ottimizzando le energie e l’attenzione, è possibile diventare “controllori” degli eventi, anziché esserne controllati, e portare a casa risultati soddisfacenti per la nostra impresa.

Il 20%dei tuoi clienti vale l’80% del tuo fatturato

Se ci fai caso, l’80% di quello che realizzi al lavoro viene dal 20% del tempo che spendi lavorando, così come – ci potrei scommettere – l’80% delle volte ti vesti, con il 20% degli abiti che hai nell’armadio. Il 20% dei tuoi clienti vale l’80% del tuo fatturato. Se non mi credi fai un’estrapolazione dal tuo gestionale e verifica quanti sono gli utenti (privati e aziende) che ti generano la maggior parte del volume d’affari.

Segui i seguenti passi:

  • Primo passo: Innanzitutto, capire chi sono – nome e cognome – coloro che ti danno l’80% dei profitti ti permette di prestare loro maggiore attenzione, al fine di renderli ancora più felici di venire a servirsi da te; così potrai incrementare ancora di più il tuo fatturato.
  • Secondo passo: individua dell’80% dei clienti che generano poco fatturato e portali nella categoria clienti felici.
  • Terzo passo: quale 20% dei tuoi potenziali clienti – ovvero quelli che oggi non hai, ma che potresti avere – è più probabile che lo diventi un domani? Fai un elenco.

Seguendo questa strada, i benefici non si limitano alla nostra sfera professionale, ma ci consentono anche di migliorare la vita personale. A chi non piace l’idea di trarre il massimo profitto, massimizzando i propri sforzi e ritagliandosi maggiore tempo per curare la quotidianità? La risposta è scontata.

Un arricchimento personale e professionale

Leggere il libro di Koch – e ribadisco che la lettura non è affatto una perdita di tempo, ma un arricchimento personale e professionale! – può aprire davvero nuovi orizzonti. Il consiglio che do a chi tiene le redini di un’azienda, dunque, è semplice: fermatevi un attimo a riflettere, fissate le priorità che consentiranno alla vostra realtà imprenditoriale e individuate quel famoso 20% in grado di assicurarvi tante soddisfazioni. I benefici, da tutti i punti di vista, non mancheranno.

Riparare non basta più. Cambia Marketing!

1 commento

  1. Pasquale Di Pierro

    9 mesi fa  

    Molto interessante..oggi non si può più lavorare a testa bassa..


Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Accedi gratis ai primi 3 capitoli di «MECCATRONICO 4.0»

Saper riparare non basta più.Cambia marcia!

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco