Saper delegare: 4 step per riuscire a gestire l’officina senza perdere il controllo.

L’autoriparatore lavora in media 10, 12 ore al giorno, rincorrendo le varie attività giornaliere come:

Accogliere i clienti

Organizzare i lavori in officina

Procurare i ricambi necessari alle lavorazioni

Far fronte alle emergenze  e ai problemi urgenti

Ripartire i lavori quando ci sono delle assenze

Gestire un cliente scontento

Andare dal commercialista

Rispondere al telefono

Occuparsi dei preventivi

Sovrintendere alla contabilità 

Lavorare lui stesso sulle auto

Ecc., ecc.

E queste sono solo alcune delle incombenze che un titolare di officina deve affrontare tutti i giorni.

Alla fine le ore non bastano mai.

Questa situazione, purtroppo lo devo dire, è causa del titolare stesso che vuole il controllo su tutto e tutti.

Se l’imprenditore vuole liberare tempo e avere l’azienda al suo servizio deve imparare a delegare, ecco 4 fasi da considerare per raggiungere il risultato:

1 Assumere persone di fiducia. E’ vero ci sono dipendenti che non vogliono assumersi responsabilità, per questo io li chiamo dipendenti perché hanno scelto di essere degli operativi e la loro funzione è eseguire i lavori che gli vengono assegnati.

In officina sono necessari anche gli operativi, come in tutte le aziende.

Ci sono poi i collaboratori che si sentono appartenere all’azienda e che ne condividono la vision, la mission e i valori.

A queste persone bisogna dare fiducia per riceverne. Sono d’accordo non è facile trovarli, ma ci sono, e magari c’è qualcuno proprio all’interno del tuo staff e non lo sai.

In definitiva seleziona con cura i tuoi collaboratori in modo da costruire un gruppo solido e duraturo nel tempo.

2 Formazione – Delegare è impegnativo, e presuppone l’investimento di un certo tempo, da parte tua, per formare e far crescere le persone che hai individuato come responsabili. 

La sfida sta proprio nell’individuare e formare le persone affidandogli i compiti in base alle competenze  e alle attitudini di ognuno. 

Normalmente il pensare comune recita “chi fa da se fa per tre”.

Se pensi che farlo direttamente in prima persona impieghi meno tempo, che a spiegarlo e farlo fare, riconsidera la situazione, altrimenti dimostri di non essere un vero imprenditore.

3 Coinvolgimento – I collaboratori devono sentire che sono parte integrante dell’azienda e questo si ottiene coinvolgendoli nella vita dell’officina, come ad esempio nelle decisioni sulla metodologia del lavoro, sull’acquisto di un’attrezzatura, sulla proposta dei servizi resi al cliente, ecc. 

Ovviamente le decisioni strategiche, economiche e finanziarie rimangono in capo al titolare. Il fatto di coinvolgere  il proprio staff fa si che si sentano più responsabili e li aiuta nella crescita personale.

4 Monitorare – Dopo aver individuato le persone e delegato i compiti, la parte difficile è rimanere in disparte senza intromettersi continuamente nelle attività quotidiane. 

In pratica devi saper osservare e monitorare le attività senza entrare nell’operatività. Devi lasciare che sbaglino altrimenti non cresceranno mai e sentiranno che non hai delegato abbastanza.

Ricapitolando

Un’azienda è fatta di persone e se vuoi fare l’imprenditore nel vero senso della parola, devi avere persone fidate. 

Per avere persone fidate devi saper delegare e monitorare. Perché questo processo si consolidi devi prevedere una formazione continua e una attività di coaching costante, solo così potrai liberare del tempo per dedicarti a sviluppare l’attività e  renderla sempre più redditizia. 

Saper riparare non basta più.

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Accedi gratis ai primi 3 capitoli di «MECCATRONICO 4.0»

Saper riparare non basta più.Cambia marcia!

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco